La disobbedienza civile ci salverà?

                                    La disobbedienza civile

 

Secondo Roger Hallam, fondatore di XR, del quale avevo parlato in questo post, (se non l’avete ancora letto vi consiglio di farlo prima di continuare questa lettura) la disobbedienza civile è l’unica arma contro i cambiamenti climatici, in quanto mette maggiore pressione ai potenti del mondo e sensibilizza maggiormente.
In una recente intervista, Roger Hallam parla infatti così di Greta Thunberg: “E’ straordinaria, ci conosciamo. Ma nulla potrà cambiare senza la disobbedienza civile”.
Fridays for Future al momento non pare su questa linea, anche se con il ritorno delle manifestazioni (probabilmente non a breve) potrebbe cambiare qualcosa.
Personalmente concordo con Hallam: penso che la disobbedienza civile potrebbe davvero portare un cambiamento e forse, perché no, anche a salvarci dalla crisi ambientale. Tengo a precisare che, naturalmente, si tratta di una disobbedienza pacifica e non violenta.
Ciononostante, non saprei se tutti i ragazzi che sono scesi in piazza tempo fa con FfF sarebbero disposti a infrangere le regole per salvarci dall’estinzione…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.